Botteghe artigiane dell'entroterra - un Bando per il rilancio

Un milione di euro per sostenere gli imprenditori dell'entroterra che presidiano il territorio e tramandano le eccellenze e le tradizioni della Liguria. Sono 125 i comuni non costieri coinvolti dal bando. A breve le domande disponibili online

Si tratto del terzo provvedimento direttamente finalizzato al sostegno e al rilancio delle imprese delle vallate interne. L'attenzione rivolta all'entroterra ha il preciso obiettivo di frenare lo spopolamento e rendere i comuni delle valli interne vivi e attrattivi.

Il bando a sostegno delle imprese artigiane dell'entroterra prevede finanziamenti a fondo perduto per piccole superfici artigiane di alimentari in 125 Comuni liguri non costieri con una popolazione non superiore ai mille abitanti e in quelli con non oltre 5 mila abitanti, sempre non costieri, ma che corrispondano ad almeno due requisiti tra questi:

  • un rapporto tra popolazione residente e superficie inferiore al valore medio della provincia di appartenenza;
  • un rapporto tra numero di imprese e popolazione residente inferiore al valore medio della provincia di appartenenza;
  • un rapporto tra imprese e superficie inferiore al valore medio della provincia di appartenenza.

I Comuni interessati sono:

  • 42 in provincia di Imperia
  • 36 a Savona
  • 34 a Genova
  • 13 alla Spezia

La delibera approvata in Giunta fa seguito a quelle relative ai bandi a sostegno delle botteghe commerciali di generi alimentari e misti per un totale di 1,5 milioni di euro.

Il rilancio del tessuto economico della Liguria passa dal commercio e dall'artigianato, settori che tramandano le eccellenze delle produzioni tipiche e che possono anche costituire un'interessante attrattiva turistica.

A breve sarà possibile scaricare la modulistica dal sito www.regione.liguria.it